Descrizione del punto di immersione nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino

Sotto una piccola descrizione dell’immersione tipo in questa location, aspettiamo di raccogliere le vostre una volta fatta l’immersione con noi, i racconti più interessanti verranno inseriti nel nostro sito e condivisi sui social con altri sportivi legati alla nostra meravigliosa passione.

Il profilo della costa genera in questo punto una graziosa caletta. La località deve questo nome a una grotta che si inoltra nella roccia per alcune decine di metri. Quest’ ultima, è situata sulla parete di levante del grosso complesso roccioso esterno. Seguendo il profilo della parete che scende quasi verticalmente si possono raggiungere i 30 metri. Tra i grossi massi presenti sott’acqua, che intorno ai 20-25 metri di profondità formano numerose tane, è possibile incontrare la cernia. Dirigendosi verso il largo in direzione di punta Chiappa, troveremo una cigliata che corre parallela alla costa tra i 30 e i 40 metri di profondità. E’ una delle poche cigliate del parco marino dove le gorgonie non sono numerose, ma troveremo una discreta presenza di corallo rosso e di aragoste. C’è anche una piccola grotta lunga una decina di metri ricca di crostacei. In acqua libera avremo saraghi e dentici in branchi abbastanza numerosi.

Difficolatà Media

Grotta dell’Eremita