Descrizione del punto di immersione nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino

Sotto una piccola descrizione dell’immersione tipo in questa location, aspettiamo di raccogliere le vostre una volta fatta l’immersione con noi, i racconti più interessanti verranno inseriti nel nostro sito e condivisi sui social con altri sportivi legati alla nostra meravigliosa passione.

Il nome deriva da una piccola targa di marmo bianco, cementata alla roccia, in corrispondenza di punata Pidocchiaro. E’ un’immersione per principianti, ma diventa interessante nelle ore notturne, quando questi fondali si popolano di animali e altre forme di vità difficili da scorgere durante il giorno. Sottocosta la parete cade verticale fino a 15 metri, dove lascia posto al detrito per un tratto leggermente scosceso, alla fine del quale inizia una seconda parete che tocca la massima profondità a 30 metri circa. Il punto non e ricchissimo di vita, sono abbastanza numerosi i Parazoanthus che vanno ad adornare anfratti e spaccature della roccia. Sono inoltre presenti colonie di corallo rosso ed alcuni spirografi. Numerosi i piccoli rami di gorgonie gialle (eunicella cavolinii)

Difficolatà Media

Punta Targhetta